Samsung Galaxy Note 7: finalmente svelato il mistero esplosivo

7
171
galaxy-note-7-esploso

Il Galaxy Note 7 ha messo in serio imbarazzo Samsung. Per ci si fosse perso la telenovela degli ultimi mesi, ripercorriamo i passaggi fonamentali. Il phablet dell’azienda coreana ha presentato fin da subito gravi problemi riguardanti la batteria, problemi che ne causavano l’esplosione. Samsung le ha provate tutte per risolvere, inizialmente sembrava che il guaio riguardasse solo un certo numero di dispotivi, ma è bastato poco per capire che il problema era strutturale e che poco c’era da fare. Il gigante tech asiatico allora ha provveduto in tutta fretta alla rimozione di più pezzi possibile dal mercato, provvedendo prima a una limitazione relativa alla carica della batteria e poi rendendo di fatto il device inutilizzabile. Incentivi e sconti per chi riconsegna lo smartphone, molti utenti però se lo sono tenuto stretto, sperando forse di aver un pezzo da collezione tra pochi anni. Dello scandalo Samsung Galaxy Note 7 si è detto (e scritto) tantissimo, ma c’è un dettaglio ancora non chiaro: perché le esplosioni. Il motivo è finalmente saltato fuori e ve lo illustriamo.

Galaxy Note 7: ecco perché esplode

Gli analisti si sono dati un gran da fare per capire cosa ci fosse che non va nel Galaxy Note 7, uno smartphone tra l’altro molto apprezzato da chi ha avuto modo di provarlo. In Nuova Zelanda e Australia i dispositivi sono stati bloccati, tramite intervento degli operatori. Sappiamo bene dei pericoli legati a questo device ma ora ne conosciamo le cause.

Udite udite, il problema non risiede nella batteria in quanto tale. Tutti i riflettori sono stati puntati su questo componente, come è ovvio, ma la questione è più articolata. L’assemblaggio del dispositivo sarebbe infatti stato troppo rischioso.

Smartphone sempre più sottili, i colossi tech si danno battaglia a suon di design sempre più arditi ma a quanto pare in casa Samsung hanno esagerato in quanto a sottigliezza.

I componenti sono stati posizionati in maniera troppo compressa, poco spazio a disposizione per la batteria, che ha normalmente la tendenza a gonfiarsi.

Invece no, neppure un millimetro extra per la povera batteria, ecco il perché delle esplosioni.

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon