Nokia è tornata con cellulari che ricordano quelli di una volta

0
249

Nokia ritorna con i suoi smartphone Android nel 2017. Il marchio finlandese propone diverse novità.

I nuovi proprietari del marchio, HMD Global Oy e Nokia, hanno annunciato la finalizzazione di un accordo di licenza di 10 anni che è stato annunciato sei mesi fa.

HMD Global ha anche lanciato un nuovo sito web presentandosi al mondo e, al momento, fino ad ora le cose sembrano andare abbastanza bene.

In genere, quando un marchio muore (in questo caso, solo la divisione del telefono è deceduta), esso viene acquisito da alcune società senza nome.

Il nuovo cellulare sembra condividere un sacco di caratteristiche con i vecchi modelli.

HMD Global è stata creata sei mesi fa esplicitamente allo scopo di creare telefoni cellulari marcati Nokia. HMD è ancora una società finlandese e 16 dei 17 dirigenti sono ex dipendenti Nokia.

Il piano, secondo il CEO di HMD Global (ed ex vice presidente di Nokia) Arto Nummela, è quello di “fornire qualità e design al marchio Nokia, caratteristiche per le quali è stata conosciuta“.

La parte superstite Nokia Technologies, ha un seggio nel consiglio di amministrazione di HMD. Ciò sembra un vero e proprio tentativo di resurrezione, piuttosto che un sistema di sfruttamento del marchio.

La divisione di telefonia originale del marchio, che è stato un attore importante nel mercato, ha lottato per adattarsi alla rivoluzione degli smartphone e sembra esserci riuscita.

Il sistema operativo al quale si è fermata la società e il Symbian nell’anno 2011, quando il nuovo CEO ed ex dipendente Microsoft, Stephen Elop, ha firmato un accordo per utilizzare esclusivamente Windows Phone di Microsoft in prodotti futuri.

Dopo questa mossa, la società è andata quasi in bancarotta. Microsoft ha acquistato la divisione cellulare a titolo definitivo nel 2013.

Anche la combinazione di Microsoft/Nokia non è riuscita a contrastare il duopolio iOS/Android, chiudendo i battenti nel 2016.

Nokia, sotto HMD, non ha un braccio di produzione di più, pertanto ha stretto una collaborazione con FIH Mobile, una sussidiaria di Foxconn.

FIH offre “una gamma completa di servizi: dallo sviluppo e progettazione del prodotto, alla produzione e all’assemblaggio, servizi post-vendita e riparazioni“.

È inoltre in via di sviluppo una collaborazione con Google per l’adozione di Android come sistema operativo principale

Il software si concentrerà “non su centinaia di funzioni irrilevanti, ma vere e proprie esperienze utente di base e con una dedizione alla qualità“.

I nuovi telefoni dovrebbero essere pronti per il 2017.

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon