Assicurare lo smartphone? Ecco 10 motivi per farlo

0
148

Avete mai pensato di assicurare il vostro smartphone? Sono molto costosi, basta poco per romperli. Ecco 10 motivi per assicurarli!

Negli ultimi tempi si sta diffondendo, a macchia d’olio, la moda di affrancare un’assicurazione al proprio smartphone scongiurando ogni tipo di delusione e danno al proprio cellulare. Anche in Italia sta prendendo piede questa abitudine. Le richieste, negli ultimi anni, sono quasi triplicate e non solo in relazione agli smartphone, ma anche per tablet, macchine fotografiche e PC. Oggi, un’assicurazione simile, può costare sui 750 euro, mettendo dei soldini da parte durante l’anno, starete tranquilli anche nel caso vi procuriate da soli il danno. Nel tempo, tendiamo anche ad affezionarci oltremodo a questi dispositivi, per questo vale la pena assicurarli.

grazie alla proliferazione di queste società assicurative, i prezzi delle assicurazioni si sono notevolmente ridotti, per questo ora è possibile farla senza ipotecare un rene. Il 75% delle persone che accetta l’assicurazione, lo fa per gli smartphone. L’assicurazione è richiesta, in particolare, dai ragazzi tra i 24 e i 34 anni, residenti in Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna.
Questo tipo di assicurazione, ci tutela da tutti i possibili incidenti che possono compromettere il nostro cellulare, dal bicchiere versato al graffio accidentale su scocca e schermo, causato da amici e famigliari imprudenti ma anche a seguito di cadute improvvise.
Ecco 10 motivi per cui dovreste valutare anche voi la possibilità di assicurare il vostro smartphone:
1. La garanzia non copre tutti i danni, come la rottura del display e il malfunzionamento di alcune parti, a seguito dell’urto.
2. Se scoppia, non c’è problema. Dopo i recenti casi, prevenire è meglio che curare. L’assicurazione ripaga il valore dichiarato, senza problemi. Anche se sul cellulare finiscono accidentalmente dei liquidi.
3. Indipendentemente da chi sia stato a procurarlo, il danno sarà rimborsato.
4. Anche il furto del vostro cellulare è coperto, se si è acquistato un modello piuttosto ricercato e costoso.
5. In alcune polizze, è possibile tutelarsi dalla frode della Sim, e dal suo utilizzo improprio, semplicemente mostrando alla Polizia la copertura assicurativa specifica.
6. Può capitare, a chi non è molto pratico, di impostazione funzione sbagliate, per esempio, un blocco del dispositivo con il PIN o altre azioni che danno vita ai cosiddetti “errori di utilizzo”. Riportarlo alle sue originarie impostazioni, non vi costerà nulla.
7. La polizza non è legata al modello del cellulare ma al suo valore. Le tariffe, che variano per fasce di prezzo, partono da poche decine di euro fino a un massimo di 1.500 euro. La copertura può durare da 1 a 2 anni.
8. I modelli più assicurati, hanno un costo superiore ai 300 euro.
9. Per uno smartphone di circa 750 euro la spesa assicurativa annuale è di 50 euro, che diventano 60 se si aggiunge l’opzione contro il furto.
10. Anche gli operatori nazionali offrono diverse opzioni per assicurare lo smartphone. Vodafone ad esempio ha One Service Plus, mentre TIM Sempre Sicuro e così via.

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon