Aipoly: l’app che assiste i non vedenti, è stata premiata al CES

0
108

I non vedenti potranno contare da quest’anno su un’applicazione davvero innovativa, l’Aipoly, che fornirà loro un grande aiuto

Dev’essere senz’altro difficile vivere la quotidianità, quando tutto attorno è nero. I non vedenti, convivono ogni giorno con questa sensazione. Per fortuna però, ci sono delle invenzioni che permettono loro di vivere la quotidianità in maniera del tutto sicura. Una di queste invenzione e la recente applicazione premiata al CES, Aipoly. Le persone con difficoltà visive o, affetta da cecità totale con questa app riusciranno senz’altro a vivere meglio. È un’applicazione made in Italy. Il suo creatore è Alberto Rizzoli, uno sviluppatore italiano. L’applicazione si chiama Aipoly. Si tratta di una app che utilizza la realtà aumentata per riconoscere gli oggetti. L’innovativa app, grazie al suo nobile scopo, ha ottenuto anche una menzione durante il CES di Las Vegas. Ma come funzione?

Aipoly, utilizza la fotocamera dello smartphone per riconoscere le cose. Si fonda su un sistema neurale e sull’intelligenza artificiale: così riconosce ciò che inquadra e, nel caso in cui l’oggetto non è riconosciuto, si può anche aggiungere una descrizione manualmente, per inserirla nel sistema. In questo modo, la volta successiva, il sistema la riconoscerà in modo ineccepibile. Ma Aipoly non è fatta solo per riconoscere oggetti, riconosce, infatti, anche animali e persone, e riesce a distinguere fino a 954 colori. In futuro, i suoi programmatori, ritengono che sarà in grado persino di riconoscere le scene complesse composte da più oggetti.
Si tratta, tra l’atro, di un’applicazione non molto pesante, di appena 146 MB, e al momento, funziona su iPhone e iPad e si scarica gratuitamente dall’App Store. L’applicazione supporta VoiceOver e, ovviamente, anche la lingua italiana. Si rivelerà di grande aiuto, soprattutto per gli anziani con difficoltà visive fate dall’età o da disturbi alla vista.
Sarà così apprezzata che per molti diventerà indispensabile! Tra l’altro, il fatto che è gratuita, rende ancora più merito ai suoi creatori. Un premio più che meritato quello ricevuto al CES.

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon