26 Maggio 2017

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Piaggio Gita, il robot smart che si muove in autonomia, senza telecomandi

Piaggio Gita, il robot smart che si muove in autonomia, senza telecomandi

Scritto da Redazione

- 1 Febbraio 2017

Gli Italiani presentano negli Stati Uniti, Piaggio Gita, un robot da cargo intelligente che si muove anche in totale autonomia, senza alcun tipo di comandi

Si chiama Piaggio Gita, il robot Smart presentato dalla nota casa. Sono decenni che la Piaggio presenta ogni anno prodotti innovati nel campo della meccanica, oggi stupisce con un prodotto davvero innovativo. Già in passato, con alcune invenzioni aveva fatto parlare di sé. Alcuni registi avevano voluto che i prodotti Paggio venissero introdotti nei propri film. Basti pensare al “Farobasso” guidato da Gregory Peck in “Vacanze Romane”. Piaggio rimane al passo con i tempi e lancia una nuova Vespa, un robot cargo. Il suo nome? Gita, ed è una sorta di robot nato per supportare le persone che vogliono sempre girovagare in totale libertà. È un dispositivo hi-tech, personale ed intelligente, capaci di fornire aiuto a chi ha bagagli ingombranti o buste della spesa.

[gallery ids="3485,3486,3487,3488,3489"]
Questo bel robot cargo è in grado di trasportare un carico che può arrivare fino a 18 chilogrammi. Sicuramente, quello che colpisce di più di questo robot smart, è il fatto che è capace di seguire il suo proprietario a distanza e anche in perfetta autonomia. È un robot alto appena 66 centimetri, composto da due ruote che permettono al device di raggiungere una velocità che può toccare i 35 km/h. Possiamo usarlo come carrello della spesa o porta valigie. Gita è stato annunciato negli Stati Uniti dalla Piaggio Fast Forward, e come vedrete dalle immagini, si muove anche “imitando” il passo dell’operatore umano.
Gita è soprattutto un device intelligente. Il piccolo “droide” elettrico è capace di imparare, volta dopo volta, “camminando” all’interno di un sistema smart di mappe 3D. Per seguire il suo “padrone” o muoversi in maniera autonoma, Gita si serve del segnale di una cintura con fotocamera indossata dall’operatore umano che serve per creare un ambiente 3D. registrate le mappe, Gita è libero di proseguire anche da solo in quanto ha già memorizzato il percorso. Tutto questo è possibile grazie alla tecnologia di posizionamento usata, la Slam. Come se non bastasse, Gita è dotato anche di alcuni sensori anticollisione che permettono di utilizzarlo all’interno di ambienti molto stretti e insidiosi. Vi chiederete quanto costa Gita. In realtà, ancora non c’è dato saperlo. Domani a Boston, sarà presentato ufficialmente.

Potrebbero interessarti