27 Maggio 2017

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

OnePlus 3 e 3T ottengono Android Nougat Flavor con OxygenOS 4.0

OnePlus 3 e 3T ottengono Android Nougat Flavor con OxygenOS 4.0

Scritto da Redazione

- 3 Gennaio 2017

OnePlus 3 e 3T ottengono Android Nougat Flavor con OxygenOS 4.0. Scopriamo insieme tutte le novità.

OnePlus ha promesso nel 2016 che la versione ufficiale e stabile di Android Nougat 7.0 sarebbe giunta su OnePlus 3 e 3T prima della fine dell’anno.

Come potrete immaginare, il 2017 è arrivato ma la promessa non è stata mantenuta. Tuttavia, il co-fondatore della società, Carl Pei, ha confermato che OxygenOS 4.0, sta iniziando a circolare sui dispositivi, già a partire dalla fine del 2016.

L’annuncio è stato ulteriormente rafforzato da messaggi ufficiali sul forum della società per quanto riguarda gli aggiornamenti software dei telefoni.

Dal momento che il lancio è appena iniziato, molti utenti devono ancora ricevere l’aggiornamento.

OxygenOS 4.0

OxygenOS 4.0 porta definitivamente e ufficialmente Nougat su OnePlus 3 e 3T e con sé una serie di miglioramenti di sistema.

Inoltre, incluso nell’aggiornamento ci sono un pannello e nuove impostazioni del menu delle notifiche di nuova concezione, visione multi-finestra, funzione di risposta diretta per le notifiche e il supporto DPI personalizzato.

OnePlus ha anche pubblicato la prima build beta per il OnePlus 3T.

OnePlus 3 E 3T: specifiche tecniche

OnePlus 3T è lo smartphone di punta dell’azienda. Rispetto al 3 non cambia molto, ma viene fornito con una fotocamera frontale da 16-megapixel, cam anteriore da 8 megapixel.

Entrambi i telefoni hanno una fotocamera posteriore da 16 megapixel e lo stesso schermo: un display AMOLED da 5,5 pollici con una risoluzione di 1.920 x 1.080.

Il 3T, tuttavia, ha un processore da 2,35 GHz quad-core Qualcomm Snapdragon e una GPU Adreno 530. Il dispositivo è dotato, inoltre, di una RAM da 6 GB.

Non è tutto: gli utenti possono optare per la versione da 64 GB o 128 GB di storage interno che permette loro di archiviare una elevata mole di dati, tra cui foto, video, documenti che, in assenza di un ampio archivio, intaserebbero la memoria del dispositivo, rendendolo lento e incepposo e di difficile gestione.

Tag di questo articolo:

Android

Potrebbero interessarti