15 Dicembre 2017

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Nuove funzioni Google: niente fila al ristorante!

Nuove funzioni Google: niente fila al ristorante!

Scritto da Genny Di Filippo

- 10 Novembre 2017

Google presto ci dirà quanta fila c’è al ristorante: stop a lunghi tempi di attesa per le nostre cene nel weekend.

Nuove funzioni in arrivo per gli affezionati di Google: il prossimo passo è tutto per la digital generation che dimenticherà presto le lunghe file al ristorante nel weekend.
Il motore di ricerca più utilizzato al mondo, infatti, dichiara che a breve sarà in grado di dare informazioni sulla fila presente nel ristorante scelto, così da evitare lunghe attese.

Un bel servizio per gli utenti, dopo gli ultimi aggiornamenti Google, che farà la felicità di tutti coloro che non vogliono rinunciare ad una buona cena nel locale di punta e che allo stesso tempo non amano prenotare con largo anticipo.

Come sarà il nuovo servizio Google “niente fila al ristorante”?

Google annuncia che il nuovo servizio per conoscere quanta fila ci aspetta al ristorante sarà indicato attraverso un tempo di attesa stimato per mangiare dopo aver indicato giorno e ora.
Le informazioni si troveranno sia sul motore di ricerca sia sulle mappe, così le persone avranno un parametro in più per scegliere se recarsi o meno nel ristorante scelto.

Ed è così che anche per i ristoratori aumentano i criteri di valutazione da parte dell’utente e se da una parte è vero che i ristoranti affollati sono indice di buona qualità, dall’altra sicuramente sarà più facile per i clienti farsi un’idea della gestione dei tempi, soprattutto in relazione a quei ristoranti che offrono la possibilità di cenare anche in seconda serata.

Da subito Google condivide i tempi di attesa di un milione di ristoranti nel mondo

La fase sperimentale del nuovo servizio Google, se così vogliamo chiamarla, coinvolgerà un milione di ristoranti nel mondo. A dirlo è proprio il colosso digitale che si avvale sempre più dell’aiuto dei suoi utenti, invitandoli a lasciare recensioni su posti, locali, attività commerciali e tanto altro.

Il coinvolgimento dell’utente è per Google il primo passo verso le sviluppo di servizi user-oriented. Così come le informazioni già presenti nelle schede dedicate alle diverse attività censite, quella dei tempi di attesa ai ristoranti segue criteri analoghi e nasce da:

  • valutazioni degli utenti
  • dai dati raccolti in forma anonima
  • funzione localizzazione

A fare la differenza, infatti, sono ancora una volta i feedback lasciati dagli utenti che ogni giorno si spostano e fanno largo uso di una moltitudine di servizi. Un ruolo di particolare importanza nelle nuove informazioni Google, che promette di migliorare weekend e fine settimana di milioni di utenti attraverso la condivisione dei tempi di attesa nei ristoranti, è svolto dalla funzione localizzazione.

Durante pranzi e cene nei locali, infatti, la localizzazione attivata permette a Google di raccogliere dati interessanti sui tempi di permanenza e offrire, così, una stima del tempo necessario per essere serviti.

Tag di questo articolo:

Google

Potrebbero interessarti