Windows 10, arriva l’ammissione di Microsoft: forzati gli utenti all’aggiornamento

4
206
Windows 10

Windows 10 è l’ultima versione del sistema operativo da qualche anno su quasi tutti i personal computer, ma i vertici Microsoft ammettono di aver fatto pressioni sugli utenti ad aggiornare le proprie versioni precedenti

L’ammissione arriva proprio dai dirigenti di Microsoft e non lasciano dubbi su un periodo temporale preciso in cui Windows 10 sarebbe stato proposto con insistenza agli utenti Windows 7 e Windows 8.1.

Nel corso dell’ultimo anno sono state messe in atto delle forzature per invitare gli utenti ad effettuare l’aggiornamento gratuito.

L’obiettivo che si era posta Microsoft era raggiungere un miliardo di copie di Windows 10 attive entro tre anni dal rilascio del sistema operativo.

Il colosso dell’informatica avrebbe messo in pratica alcune tattiche poco gradite agli utenti per costringerli a effettuare l’aggiornamento, generando l’effetto contrario.

Sebbene il sistema con un updater facile da usare sia apprezzabile, perché consentiva anche agli utenti meno esperti di aggiornare il sistema operativo, molti utenti esperti hanno trovato invadente il procedimento.

Molti utenti volevano restare su Windows 7 e Windows 8.1 e per evitare che l’updater aggiornasse il sistema in automatico dovevano interrompere il processo intervenendo in prima persona.

Chris Capossela, Chief Marketing Officer (CMO) di Microsoft, però assolve il colosso dell’informatica affermando di aver trovato un buon equilibrio tra le esigenze di tutti gli utenti.

Capossela parla di un momento in cui avevano spinto così tanto sull’aggiornamento che molti utenti se ne lamentavano online.

Secondo il CMO sono state settimane dolorose quando l’aggressività di Microsoft dello scorso maggio era diventata un’arma contro il colosso stesso.

Oggi la spinta aggressiva ad aggiornare il sistema operativo è terminata, ma una donna della California ha denunciato ai magistrati Microsoft per le pressioni ricevendo un patteggiamento in denaro di 10 mila dollari.

Potrebbero essercene altri in futuro, per questo Microsoft ha deciso di rivedere profondamente la propria strategia di marketing.

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon