Robot che imparano come i bambini? I ricercatori ci stanno lavorando per riuscirci

0
98

Il dibattito sulla possibilità che i robot andranno eventualmente a sostituire gli esseri umani in compiti giornalieri è sempre attuale.

Con i passi da gigante compiuti dalla tecnologia, i ricercatori stanno cercando di valutare se i robot hanno le stesse capacità di apprendimento degli esseri umani.

Gli studiosi provenienti dalla Carnegie Mellon University stanno cercando di demistificare questo enigma, assumendo un nuovo approccio ai bot.

Si consente al robot di interagire ed esplorare con oggetti fisici che sono parte della vita quotidiana, nel tentativo di aiutarli a imparare e adattarsi all’ambiente esterno, proprio come si farebbe coi bambini.

Il gruppo di ricerca, guidato da Abhinav Gupta, assistente professore presso l’università, sta tentando di migliorare le capacità di apprendimento dei robot.

Nonostante i numerosi sviluppi in atto nel campo della robotica, hanno ancora difficoltà a salire una rampa di scale, a muoversi bene lungo i corridoi o a fare qualcosa di semplice come utilizzare forchette.

I bot non sono ancora in grado di interagire come gli esseri umani e sembrano lottare durante l’esecuzione delle attività di base. Gupta e il suo team, tuttavia, stanno cercando di risolvere questo problema impegnativo.

Metodologia interattiva

Secondo varie metodologie, i robot potranno giocare con gli oggetti fisici di uso quotidiano. Ciò sarà messo in atto, basandosi sul fatto che i bot sono in grado di esplorare il mondo. Inoltre essi possono imparare molto da queste interazioni proprio come un bambino avrebbe cercato di fare, assorbendo dall’ambiente esterno.

Anche se i robot sono tecnologicamente efficienti a percepire il mondo che li circonda, sono ancora incapaci a svolgere le attività quotidiane e faticano ad aprire porte e svolgere mansioni di uso comune.

I dottorandi che fanno parte di questa squadra rivelano che l’interazione umana è importante, in quanto rivela semplicemente la dinamica visiva del mondo che sta intorno.
Così l’interazione costituisce il punto cruciale del lavoro di ricerca. Il gruppo ha lavorato sulla sua prima demo, che gli ha permesso di ottenere un finanziamento da parte di Google, che ammonta a 1,5 milioni di $.
Questo denaro deve essere utilizzato per espandere il numero di robot, che saranno utilizzati per raccogliere più dati e informazioni. Il team guarda anche in avanti per condurre ricerche utilizzando robot più avanzati.

I ricercatori stanno anche insegnando ai robot ad imparare cose nuove. Il metodo di apprendimento, utilizzato dal team, è simile alla metodologia di insegnamento dei genitori utilizzata con i bambini: iniziare ad imparare a prendere la palla fino ad aumentare lentamente il livello di difficoltà. Apparentemente, i ricercatori hanno scoperto che questo metodo è molto più efficace rispetto a qualsiasi altro sistema.

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon