Leica M10, la fotocamera più sottile della serie M diventa realtà

3
161

Leica M10 sarà la fotocamera più sottile della serie M. Un dispositivo che diventa realtà. Scopriamo le caratteristiche tecniche e il costo finale di questo device.

La fotocamera più sottile mai realizzata della serie M: parliamo di Leica M10, un dispositivo che si presta perfettamente a soddisfare tutte le esigenze della fotografia odierna. Una fotocamera compatta, che assicura prestazioni elevate e migliorate, rispetto agli altri modelli, caratterizzata, inoltre, da una gestione ancora più user-friendly.

Un modello ergonomico, che riprende la praticità dei modelli M, molto apprezzati dai fotografi. Le dimensioni della nuova Leica M10 sono ancora più compatte: basti pensare alla profondità in corrispondenza della calotta di 33,75 millimetri, ossia 4 millimetri in meno della Leica M.

All’interno del sistema Leica M, ha avuto un ruolo molto importante il telemetro, una tecnologia di messa a fuoco, ulteriormente ottimizzata per la realizzazione di questo ultimo modello della serie M.

Il campo di visione è stato allargato del 30%, mentre il fattore di ingrandimento è stato aumentato a 0,73. Tutto ciò per rendere migliore la visione dell’oggetto della fotografia.

Aumentata, inoltre, anche l’estrazione pupillare, cioè la distanza ottimale dall’occhio all’oculare del mirino. Grazie all’aumento del 50% in questa distanza, il mirino risulta molto più agevole da usare, soprattutto per tutti quei fotografi che indossano occhiali, durante lo svolgimento del proprio lavoro.

Il fiore all’occhiello di questo modello è il sensore CMOS da 24 megapixel. La fotocamera offre all’utilizzatore finale una elevata gamma dinamica, grande restituzione del contrasto, ntidezza e risoluzione. Pertanto, anche i dettagli più piccoli e minuzioni avranno una definizione grandiosa.

La fotocamera fa leva su pixel con microlenti, caratteristica che permette ai raggi luminosi incidenti con angolazioni oblique di essere catturati al meglio dai fotodiodi. Il ventrino che copre il sensore svolge una funzione di filtro taglia-infrarossi, evitando, quindi, anche rifrazioni indesiderate.

La sensibilità ISO permette, ora, esposizioni con ISO da 100 a 50.000. Il processore immagine di ultima generazione Maestro II, insieme al sensore da 24 MP, fa in modo che tutte le immagini acquisite mostrino una qualità d’immagine nitida e brillante.

La memoria di buffer di 2GB permette di effetuare scatti in sequenza fino a cinque fotogrammi al secondo a piena risoluzione. Il processore, poi, permette di avvalersi della funione Loupe, usabile sul display della fotocamera ma anche nel mirino elettronico Visoflex che ha una risoluzione da 2,4 megapixel, che ha una funzione di rotazione per le riprese da angolazioni non convenzionali.

Inoltre, c’è anche un modulo GPS integrato che può essere attivato dal fotografo, per georeferenziare i file immagine. Infine, la M10 è dotata di connessione WLAN per trasferire, in modalità wireless, le immagini e i video realizzati.

La fotocamera può essere collegata anche a dispositivi Apple tramite app. Sull’iDevice deve esserci installato almeno iOS 10.2. Il prezzo di questo gioiellino ammonta a 6,625 euro. Certamente, un prezzo che solo chi lavora nel settore fotografico può permettersi.

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon