21 Luglio 2020

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Natale 2017: attenzione alla truffa su Whatsapp!

Natale 2017: attenzione alla truffa su Whatsapp!

Scritto da Sonia Ionta

- 12 Dicembre 2017

Torna il Natale e con lui la solita truffa Whatsapp: quali i rischi e come difendersi.

In vista del Natale, anche quest’anno torna la truffa Whatsapp:
link ingannevoli che promettono all’utente cifre improbabili in buoni omaggio.

La più gettonata del momento è quella che promette un buono Decathlon da 200 Euro semplicemente cliccando su un link creato ad hoc e rispondendo ad un breve sondaggio.

La bufala natalizia segue sempre lo stesso schema di anno in anno:
come nel 2016, l’utente riceve un messaggio su Whatsapp, pieno di emoji e parole di gioia per la vincita, contenente un link che a prima vista potrebbe sembrare vero poiché contenente il nome del negozio prescelto (ad esempio http://decathlon) ma che in realtà altro non è se non un tentativo di phishing e brand hijacking.

Infatti, il link reindirizza l’utente su un sito esterno allo shop con l’intento di infettare il device e/o rubare i dati dell’utente,
promettendogli un lauto ricompenso rispondendo a “tre semplici domande”.

Queste domande sono invece finalizzate a far rilasciare all’utente il consenso per l’attivazione di servizi a pagamento, sfruttando la fiducia riposta nel rinomato brand aziendale.
Naturalmente, l’azienda in questione è del tutto allo scuro dell’iniziativa e
quindi per l’utente del buono omaggio neppure l’ombra!

Come difendersi

Il consiglio è semplice: se vi pare troppo bello per essere vero, probabilmente non lo è!
Quindi, anche per questo Natale, meglio non aprire mai questo genere di messaggi, nè cliccare su link sospetti o tantomeno compilare moduli con i propri dati personali.

Qualora si ricevesse un messaggio del genere, sarà buona norma controllarne la veridicità sul sito dell’azienda segnalata e segnalare la truffa in corso all’ assistenza clienti in modo da evitare danni ad altre persone meno attente.

Inoltre è buona norma rispondere a chi ha inviato questo genere di messaggio per avvisarlo del rischio che corre e consigliargli di prendere delle contromisure;
soprattutto non continuate a condividere il link bufala con i contatti della vostra rubrica.

Sulle pagine social della Polizia di Stato si possono trovare le segnalazioni delle truffe in circolazione al momento e sul sito ufficiale anche una guida d’approfondimento al fenomeno sempre più diffuso del phishing.

Come funziona il brand hijacking

Meno noto del “classico” fishing informatico (letteralmente la pesca illecita dei dati finanziari, sensibili e password dell’utente) ma altrettanto dannoso,
il brand hijacking sfrutta l’identità e la visibilità di un brand noto al consumatore per i fini più disparati, inclusa la frode o il furto d’identità.

Per approfondire, vedi anche “Come evitare le truffe online a Natale.”

Tag di questo articolo:

WhatsappNatale