10 Dicembre 2018

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

I migliori bot di Instagram: quali sono e che cosa fanno?

I migliori bot di Instagram: quali sono e che cosa fanno?

Scritto da Silvia Laurino

- 19 Febbraio 2018

Di seguito i migliori bot di Instagram per aumentare i follower reali di un profilo. Scopriamo quali sono e come funzionano.

I migliori bot di Instagram sono quelli che permettono in modo efficace di aumentare il numero di follower del profilo Instagram compiendo delle azioni al posto nostro, in base a un meccanismo di follow/unfollow e di interazione che permette a un vasto numero di utenti di conoscere un dato profilo, e di far aumentare in modo fisiologico il numero di persone che scelgono di seguirlo.

Il bot nasce per risolvere il problema di andare a ricercare utenti potenzialmente interessanti e di doverli seguire o interagire con essi uno per uno, a mano. Il bot compie queste azioni al nostro posto, in modo da ottimizzarne i tempi e far crescere in modo veloce l’utenza e la visione dei nostri contenuti.

I bot risultano essere un modo efficace e veloce per l’acquisizione di follower rispetto ad altri metodi non ufficiali e ugualmente illegali per l’acquisizione di follower, come l’acquisto di un certo numero di follower, che spesso risultano essere utenti finti e non attivi.

Anche i bot però sono ad oggi ancora illegali e non autorizzati, difatti uno di quelli finora più utilizzati (Instagress) è stato di recente chiuso sotto esplicito invito di Facebook, che mira a preservare i suoi metodi di sponsorizzazione ufficiali.

Tuttavia, anche se l’utilizzo di questi sistemi viene in molti modi scoraggiato, sono ancora molti i bot presenti e largamente utilizzati.

In questo articolo scopriremo quali sono i migliori bot di Instagram e cosa fanno.

I migliori bot di instagram

1. Instato.io

Un ottimo sostituto di Instagress per grafica e performance. Il bot può essere impostato per compiere le azioni più importanti, come il follow, il like, l’unfollow, il DM (per inviare in automatico i messaggi privati), i commenti.

Un’altra componente importante è che permette di caricare i contenuti di Instagram direttamente da pc, sia post che storie.
Ulteriore aspetto è la scelta del target: permette di scegliere i profili da cui seguire i follower, permette di scegliere hashtag e luoghi, così come la velocità d’azione.

Quanto costa? Gli abbonamenti disponibili sono tre: il primo parte da $29.95 al mese e supporta tutte le funzionalità per un singolo account, poi c’è l’abbonamento da $49.95 al mese e permette di usufruire di tutte le funzioni su 5 account contemporaneamente, perfetto per chi deve gestire più account.
Infine l’abbonamento da $99.95 al mese che offre le stesse funzionalità ma permette di aggiungere 15 account.

Ѐ possibile usufruire di 3 giorni di prova gratuiti.
Unica pecca è che non fornisce report periodici sull’attività.

2. Stim Social

Stim Social è una delle migliori alternative perché è un bot semplice ma efficace. Ѐ completo di tutto tranne della possibilità di poter pubblicare post e storie di Instagram da pc. C’è da dire che performa in modo molto efficace. Offre le classiche possibilità di targhetizzazione e di velocità delle azioni. Uno dei punti forti è la possibilità di vedere in tempo reale il report di tutta l’attività
Quanto costa?
Anche qui ci sono pacchetti che hanno possibilità diverse, e si va da quello base che costa 9,99$ al mese per arrivare all’abbonamento pro da 39,95$ al mese.

3. Gramista

Gramista è molto funzionale ed intuitivo, ideale per chi vuole usufruire di una piattaforma semplice. Ha a disposizione le opzioni di targhetizzazione e velocità delle azioni. Non permette però il caricamento dei contenuti da pc e i report periodici.
Il costo? 39,99€ per 30 giorni, 89,99 € per 3 mesi.
A differenza degli altri software però offre una prova gratuita di sole 12 ore.

Cosa fanno i bot per Instagram?

Andiamo a vedere adesso nello specifico le azioni che possono compiere la maggior parte dei bot di Instagram:

Follow, ossia il bot può seguire in automatico degli utenti selezionati in base a profili, luoghi e hashtag di riferimento che gli diamo;
Unfollow, ossia il bot può smettere di seguire in automatico le persone che ha iniziato a seguire, ma possiamo chiedere in alcuni casi di differenziare tra quelli che hanno ricambiato il follow e quelli che non lo hanno fatto;
Like di engagement, ossia il bot può mette like alle foto degli utenti come se fossimo noi a farlo;
Commenti, possiamo scegliere di fare commentare al bot le foto degli utenti scegliendo anche dei commenti specifici (non è molto consigliato poiché spesso l’effetto appare comunque innaturale, trattandosi di foto assolutamente casuali);
DM, ossia il bot può inviare in automatico messaggi privati agli utenti.

Ognuna di queste azioni è possibile attivarla oppure no, scegliendo anche la velocità di interazione con gli utenti.

Tag di questo articolo:

Instagram AppInternet