20 Settembre 2017

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Per Google, gli smartphone del futuro scosteranno appena 25 euro

Per Google, gli smartphone del futuro scosteranno appena 25 euro

Scritto da Redazione

- 8 Gennaio 2017

Buone notizie per gli smartphone dipendenti, Google ha intenzione di progettare smartphone economici per le persone con difficoltà economiche

Gli smartphone moderni hanno un prezzo decisamente elevato, uno degli ultimi arrivati sul mercato, per esempio, il Google Pixel, ha un prezzo che parte da un minimo di 700 euro. È chiaro che una somma del genere per uno smartphone, non tutti se la possono permettere. Gli smartphone realizzati dall’azienda di Mountain View, possono anche arrivare a costare i oltre i 900 euro. Con questi gioiellini super tecnologici, Google cerca di mettersi alla pari del colosso mondiale, Apple che presenta sul mercato prodotti dalle alte prestazioni ma anche dal costo piuttosto elevato.

Secondo le parole del CEO di Google, Sundar Pinchai, pronunciate durante un’intervista televisiva rilasciata a un’emittente indiana, nel prossimo futuro, gli smartphone non costeranno tanto e saranno disponibili per una maggiore fetta di popolazione. Il CEO, sottolinea che non costeranno sui cento dollari, ma molto meno. Il prezzo si aggirerebbe attorno ai 30 dollari. Perché questa scelta low cost? Google, ha intenzione di dare a tutti la possibilità di poter usare uno smartphone, anche a chi non può permettersi di spendere grandissime somme di denaro. Per questo l’azienda, ha lanciato il progetto pilota Android One, finalizzato alla realizzazione di smartphone dalle buone prestazioni a un prezzo inferiore ai cento dollari. Uno smartphone che costa solamente trenta dollari (circa venticinque euro), è davvero una bella sfida. Ovviamente, per adesso, il progetto è pensato esclusivamente per l’India, una nazione povera che però ha una fetta molto grande di popolazione giovane.

Puntare sull’India rappresenta una scelta vincente. Non è un caso che già Apple, ma anche altre grandi aziende dell’hi tech, hanno scelto l’India per fabbricare i loro dispositivi. È chiaro che si pone necessaria una questione fondamentale: l’India presenta ancora dei problemi con la connessione Internet ad alta velocità, ma già qualcosa si è mosso in tal senso. Google e Facebook hanno sviluppato applicazioni più leggere (Facebook Lite e YouTube Go) per riuscire a garantire il loro servizio alla gran parte degli indiani.
Fonte foto:

Potrebbero interessarti