2 Novembre 2017

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

ElliQ è l’alternativa ad Amazon Echo che si prende cura degli anziani

ElliQ è l'alternativa ad Amazon Echo che si prende cura degli anziani

Scritto da Redazione

- 14 Gennaio 2017

Di tutte le aspiranti alternative di Amazon Echo, ElliQ potrebbe classificarsi come quella di maggior successo. Il dispositivo offre assistenza intelligente specificamente agli anziani.

ElliQ assume una posizione unica per sfruttare un mercato possibilmente redditizio, almeno nel suo segmento di azione nel mondo tecnologico.

Secondo il suo creatore, Intuition Robotics, il 50% delle donne anziane che hanno 75 anni vive in solitudine.

In sostanza, ciò che ElliQ vuole fare è quello di semplificare il modo in cui gli anziani interagiscono con la tecnologia, specialmente se vivono da soli. Non è ancora chiaro se si possa anche controllare altri dispositivi che rientrano nella categoria di casa intelligente.

Inoltre, fornisce anche funzioni che possono aiutare a ricordare agli anziani di assumere i farmaci. Il dispositivo potrebbe anche organizzare passeggiate e rendere più facile la vita dell’anziano.

ElliQ è anche alimentato da una IA. Il dispositivo pare sia in grado di intavolare anche una conversazione, riconoscendo contesti in modo che possa prendere i comandi e anticipare le esigenze dell’utente.

ElliQ sembra possa dare anche suggerimenti. Potrebbe anche incoraggiare gli utenti a fare una passeggiata o fare un po’ di attività fisica se percepisce che il proprietario è stato troppo sedentario.

Il dispositivo è anche essere rivolto a bambini degli anziani che richiede un meccanismo per monitorare i loro genitori a casa. Il dispositivo è in grado di condivisione dei dati in modo che i membri della famiglia potrebbero verificare le condizioni di un anziano a casa, compresi i loro dintorni.

ElliQ: design

ElliQ è anche abbastanza unico nel suo genere. L’aggeggio ha due componenti: i è il sistema di altoparlanti che sembra essere un robot con una testa mobile che parla. L’altro, invece è un tablet, dedicato alle attività multimediali e di comunicazione.

Il dispositivo è stato progettato in collaborazione con Yves Béhar, direttore creativo di Jawbone. Un dispositivo, dunque, capace di leggere emozioni e il "linguaggio del corpo", attraverso l’uso intelligente di movimenti, suoni e luce.

Il dispositivo sarà lanciato a metà gennaio presso il Design Museum di Londra. Non si sa ancora quanto costerà ElliQ e quando sarà commercializzato.

Potrebbero interessarti