15 Aprile 2019

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Cosa sono i Doodle di Google?

Cosa sono i Doodle di Google?

Scritto da Silvia Laurino

- 8 Marzo 2018

Cosa sono i Doodle di Google? Parliamo dell’espediente creativo di una delle aziende più importanti del mondo: Google, ovviamente.

Sapere cosa sono i Doodle di Google vi darà l’opportunità di godere al meglio della creatività del motore di ricerca più importante del mondo, e di conoscere contenuti e personaggi sempre nuovi. Del resto cosa rende grande un’azienda? Sicuramente l’intuizione, il modo in cui risponde alle esigenze dei propri utenti, la qualità dei prodotti, ma anche la capacità di rinnovarsi in modo creativo.

Si può dire che nel caso di Google tutti questi elementi, come altri, siano presenti. E i Doodle rientrano sicuramente nell’espressione più creativa dell’azienda. Un esempio tra i più recenti è il racconto che Google ha fatto della giornata internazionale alle donne, l’8 Marzo, coinvolgendo tra le altre anche un’illustratrice italiana, Francesca Sanna, nel racconto di una materia, oggi più che mai, delicata come la ridefinizione dei significati di uomo e donna.

Cosa sono i Doodle di Google?

Posto che Google è ad oggi il motore di ricerca più popolare ed utilizzato del mondo, vi sarà certamente capitato di notare che alcune volte il logo di Google, che compare immediatamente sopra la nostra barra di ricerca, si mostra in forme completamente diverse.

Bene, tutte quelle rielaborazioni grafiche che ci capita di scovare per caso durante una delle nostre ricerche online sono i così detti Doodle di Google, delle vere e proprie illustrazioni, opere d’arte, che costituiscono una rielaborazione del logo aziendale in una chiave grafica che mira a dare risalto a ricorrenze importanti e personaggi che hanno fatto la storia.

I Doodle sono in grado di rendere l’esperienza degli utenti ogni volta diversa e unica, permettendo non solo di godere di un’espressione artistica, ma anche di imparare o ricordare fatti importanti della nostra vita. Tant’è che sono diventati un vero e proprio trend, in quanto attesi sempre con curiosità dagli utenti.

Ma da dove nasce quest’idea che ha contribuito a rendere unica l’esperienza di ricerca sul motore Google?

I fondatori di Google Larry e Sergey hanno dato vita al primo Doodle nel 1999 e per gioco: giocavano con il logo aziendale per comunicare la loro partecipazione al festival Burning Man nel deserto del Nevada. Per la prima volta dietro alla seconda “o” della parola “Google” compare la figura di un omino stilizzato, una modo divertente per segnalare agli utenti di Google che i fondatori non erano “al ponte di comando”.

La prima realizzazione grafica era assolutamente semplice, ma è l’idea di poter comunicare attraverso il logo aziendale per la celebrazione di eventi significativi ad essere rivoluzionaria.

Infatti ciò ha portato ad un’evoluzione dell’esperienza dell’utente con l’azienda: un cambio del punto di vista e un modo nuovo di interagire con il web attraverso il famosissimo motore di ricerca.

Inutile dire che quello con i Doodle è diventato un appuntamento fisso, affidato ad un team di designer d’eccellenza che si impegnano di volta in volta a ravvivare la Home Page del motore di ricerca attraverso il racconto grafico esclusivo di ricorrenze che sono anche personalizzate a seconda delle zone del mondo.

I Doodle che compaiono in Giappone, ad esempio, non saranno uguali a quelli che compaiono nel nostro paese! Curiosi di vederli tutti? Ѐ ovviamente disponibile una pagina dedicata dove potete sfogliare tutti quelli realizzati fin’ora, anche nei diversi paesi del mondo. La pagina dedicata ad ogni singolo Doodle ne spiega il significato, il processo creativo e i Doodle correlati.

Un’ulteriore curiosità che dovete sapere è che ovviamente, cliccando direttamente sul logo di volta in volta rielaborato, Google vi porterà in automatico sulla pagina di ricerca dedicata a quell’evento o a quella persona di cui si vuole sottolineare il ricordo.

I Doodle, inoltre, non sono solo illustrazioni statiche, ma spesso sono delle vere e proprie animazioni con cui è possibile interagire.

Insomma, i Doodle sono davvero uno di quei motivi che contribuiscono a rendere Google l’azienda che è, permettendo di mescolare la creatività con la cultura e l’innovazione, in grado di sorprendere giorno dopo giorno i propri utenti.

Ma la parte bella non finisce qui: infatti il team dedicato alla creazione di Doodle è assolutamente aperto alle proposte e ai suggerimenti degli utenti, per permettere un ulteriore dialogo creativo tra l’azienda e i propri clienti.

E dunque se ritenete di avere un’idea all’altezza di questo formidabile team di creativi non vi resta che provarci mandando una mail a proposals@google.com. Chissà che una delle vostre idee non entri a far parte di una delle aziende che ha contribuito a fare la storia della nostra era.

Ma quale sarà il prossimo Doodle? Il consiglio è quello di non smettere mai di cercare!

Tag di questo articolo:

Google Internet