5 Maggio 2022

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Come funziona Tinder, la app di incontri del momento

Come funziona Tinder, la app di incontri del momento

Scritto da Vittoria Vecchio

- 6 Febbraio 2018

Nuove amicizie ad un battito di clic. Scopriamo insieme Tinder come funziona e quali sono le funzioni dell’app d’incontri più usata al mondo.

Che sia per instaurare relazioni sentimentali o semplicemente nuove amicizie, come ben sappiamo ci sono delle app che danno la possibilità di fare nuove conoscenze in modo pratico e semplice. Vediamo quindi insieme come funziona Tinder, la app di incontri del momento.

La guida che segue spiegherà nel dettaglio tutte le caratteristiche di questo famoso strumento che oltre ad essere disponibile come applicazione per smartphone Android e iOS e quindi darci la possibilità di accedere al nostro profilo ovunque noi siamo, è anche accessibile direttamente tramite browser Web nel nostro pc.

Prima di capire come funziona Tinder però, precisiamo che gran parte della sua popolarità è dovuta alla sua possibilità di integrazione con gli altri social network.
Collegando infatti i diversi account Intagram e Facebook, è possibile caricare le proprie fotografie in modo da renderle visibili anche da coloro che visiteranno il nostro profilo Tinder.
Vediamo insieme i dettagli...

Registrarsi a Tinder

La prima cosa da fare per effettuare la registrazione a Tinder, è accedere al sito Web del servizio.
Il passo successivo sarà quello di cliccare su Accedi con Facebook, quindi si dovrà poi identificare la propria identità compilando il captcha per la verifica e selezionando la spunta Non sono un robot, quindi cliccare su Verifica.


A questo punto la registrazione è completa: è un meccanismo molto pratico e veloce, basta semplicemente essere in possesso di un account Facebook ed accedere direttamente con quello.

Tinder tramite browser Web

Una volta registrato il nostro account, siamo pronti per vedere come funziona Tinder.
Al primo accesso la schermata ci chiederà se abbiamo intenzione di condividere la nostra posizione, cosa che possiamo consentire o negare cliccando su Consenti o su Blocca, ma a mio avviso permettere a Tinder di sapere dove siamo è molto utile per tenerci in contatto con persone che non siano troppo distanti da noi.

Dopodiché verrà mostrato sul nostro schermo un elenco di persone che possano potenzialmente essere compatibili con il nostro profilo, anche in base alla posizione geografica, appunto.

Sotto la foto di ogni utente che Tinder ci propone, vi sono dei simboli che costituiscono le diverse funzionalità. Il primo simbolo è una X rossa, che serve per scartare il profilo dell’utente, il simbolo della Stella azzurra rappresenta il Super Like, e serve per indicare un particolare interesse nei confronti di una persona.
L’ultimo simbolo è un Cuore verde, che corrisponde ad un normale Like, per indicare un semplice apprezzamento.

Nel caso in cui volessimo approfondire il profilo di una persona, cliccando sul simbolo della freccia in alto potremo scorrere altre foto dell’utente, per capire meglio se segnalare un eventuale apprezzamento o meno.

Quando Tinder riscontrerà un apprezzamento reciproco, apparirà un avviso che indicherà lo scatto di un match e quindi la possibilità di iniziare una conversazione tramite chat privata.

Il servizio, inoltre, permette di filtrare la ricerca degli utenti premendo sulla voce Il mio profilo e specificando la Distanza Massima, la Fascia d’età e così via.

Cliccando su Modifica Info poi avremo la possibilità di modificare il nostro profilo personale, cambiando o aggiungendo le nostre foto e le informazioni su di noi.

Tinder sullo smartphone

Come abbiamo detto quindi, questo servizio di incontri nasce prima di tutto come app, ed è quindi scaricabile gratuitamente tramite lo store virtuale del dispositivo mobile.

A questo punto siamo pronti per vedere insieme come funziona Tinder quando è utilizzato direttamente dallo smartphone.

Per prima cosa quindi, bisogna procedere al download della app o da Play Store o da Apple Store, a seconda del sistema operativo del nostro dispositivo mobile.

Dopodiché, all’apertura dell’app, oltre alla registrazione tramite account Facebook, questa sarà possibile anche tramite numero di telefono. In questo caso dopo aver cliccato sulla apposita dicitura basterà aspettare il codice ricevuto tramite SMS ed inserirlo nell’apposito campo di testo, quindi cliccare su Continua.

Le funzionalità da browser e da smartphone sono praticamente le stesse: dopo aver accettato l’attivazione della localizzazione, Tinder ci mostrerà sul nostro telefono i profili degli utenti che ritiene in linea con il nostro.


Anche qui quindi, i simboli ci permetteranno di scartare un profilo cliccando sulla X rossa, inviare un Super Like tramite la Stellina azzurra o segnalare un normale apprezzamento tramite il Cuore verde. L’utilizzo dei Like e Super like però è limitato, per utilizzarli nuovamente dovremo aspettare o sottoscrivere un abbonamento a pagamento a Tinder Plus.

Unica differenza rispetto al Web sarà la presenza di un nuovo simbolo, un Fulmine viola, che indicherà un’ulteriore funzionalità a pagamento che permette di mettere in evidenza il proprio profilo per un determinato periodo di tempo.

Per fare uso della app in modo illimitato, quindi, sarà necessario sottoscrivere un abbonamento a Tinder Plus, i cui costi sono differenti in relazione al tempo e al sistema operativo.

Tag di questo articolo:

AndroidiOS AppBrowser Tinder