14 Luglio 2019

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Come condividere file pesanti? Qualche trucco per facilitarti la vita

Come condividere file pesanti? Qualche trucco per facilitarti la vita

Scritto da Ludovica Ranaldi

- 6 Febbraio 2018

Spesso si ha la necessità di inviare degli allegati pesanti tramite la mail, ma si ignora il modo per poterli inviare indisturbati. Ecco allora consigli e guide utili su come condividere file grandi tramite la posta elettronica.

Come condividere file pesanti può essere un problema se non si conosce la maniera per farlo. Può accadere che per lavoro o per attività personali bisogna inviare tramite mail del materiale di dimensione pesante.

In questi casi può accadere che la mail ritorni indietro per un orrore o si debba inviare in più manche il materiale inondando la posta elettronica del destinatario. Insomma può essere una situazione davvero sgradevole.

Basta sapere che sono stati sviluppati dei servizi online che permettono di condividere file di grandi dimensioni con chiunque. Vedremo insieme quali sono i più famosi, così da poter scegliere quello che più si avvicina alle vostre esigenze.

Come condividere file pesanti con Google Drive

È risaputo che la posta elettronica di Google, ossia Gmail, permette di inviare allegati che non superino la dimensione massima pari a 25 MB. Si tratta di una estensione non particolarmente grande che spesso ha causato delle problematiche agli utenti di Gmail ed è anche il motivo per cui in molti hanno preferito usare altri servizi di posta elettronica.

Proprio per questo Google ha lanciato Google Drive nel 2012. È un cloud storage di Google, ossia uno spazio in cui conservare i dati attraverso la rete, generato automaticamente nell’account, dunque accessibile entrando semplicemente nella propria mail di Google.

Google Drive permette di ospitare fino a 15 GB gratuitamente estendibile fino a 10 TB con un abbonamento mensile: 100 GB sono 1,99€ al mese; 1 TB costa 9,99€ al mese; 10 TB ha il prezzo di 99,99€ sempre al mese.

La particolarità è che può essere usato senza dover installare dei software sul proprio pc, supporta inoltre innumerevoli formati, trai cui quelli maggiormente diffusi (JPEG; PDF; .DOC, .XLS, ecc.).

Per condividere un file di grandi dimensioni è sufficiente:

  • Comporre il messaggio;
  • Cliccare sul logo di Google Drive in basso a sinistra;
  • Successivamente digitare su Seleziona file dal tuo computer, eseguire questa operazione;
  • Infine fare tap su Carica.

Come condividere file pesanti con WeTransfer

Nato nel 2009, WeTransfer è un servizio che permette di condividere gratuitamente dei documenti pesanti tramite la rete, tuttavia i file caricati saranno cancellati dopo circa una settimana. Quindi bisogna fare attenzione a non far scorrere troppo tempo prima di scaricare il materiale sul proprio pc.

L’estensione massima è di 2 GB, inoltre è possibile usufruire di un pacchetto con funzionalità aggiuntive, come la capienza fino a 20 GB o personalizzare le mail, con un abbonamento mensile di 12€ o annuale di 120€.

Per accedere al servizio gratuito basta:

  • selezionare l’opzione Take me to Free presente sulla schermata iniziale del sito, poi cliccare su Accetto;
  • Fare tap su Aggiungi file e seleziona i file che si desidera condividere;
  • Compilare i campi di Invia una email a e La tua e-mail indicando l’indirizzo di posta elettronica di destinatari del file, poi anche quello personale;
  • Cliccare sul bottone Trasferisci per caricare i file.

Come condividere file grandi con Dropbox

La prima versione di Dropbox viene lanciata nel 2007. Anche questo è un servizio di hosting dei dati, permette infatti di condividere i file a partire da 2 TB. Tuttavia non è gratuito. Sono tre i tipi di abbonamento: Standard costa 10€; Advanced di 15€; Personalizzato, costo da concordare.

Dropbox deve essere prima installato sul pc, una volta eseguita questa operazione bisogna fare i seguenti passi:

  • Aprire Dropbox;
  • Selezionare il file desiderato, poi cliccarci sopra con il tasto destro del mouse;

  • Si apre una finestra e cliccare su Condividi;
  • Indicare l’indirizzo mail a cui si intende inviare il file;
  • Scrivere il messaggio;
  • Cliccare su Condividi.

A questo punto il destinatario riceverà una mail con il link al file a cui bisogna accedere. Sopra si è detto che non è un servizio gratuito, ma con un po’ di accortezza è possibile aumentare l’estensione in maniera free.

Come condividere file grandi con Microsoft OneDrive

Microsoft OneDrive è l’ultimo cloud storage di cui andremo a trattare oggi. Come si può facilmente desumere, è un servizio offerto da Microsoft a partire dal 2007.

Per accedere a questo servizio, però è necessario avere un account Microsoft, ma una volta creato il profilo si possono condividere gratuitamente i file fino a 5 GB, certamente estendibile con un abbonamento: 50 GB per 2€ al mese; 1 TB per 7€ al mese oppure per 69€ l’anno; 5 TB per 10€ al mese o 99€ l’anno.

Dunque per condividere il materiale con OneDrive bisogna:

  • Accedere all’account di Outlook;
  • Cliccare su Condividi, ossia sull’icona a forma di cerchio;
  • Selezionare uno o più file;
  • Nella finestra di collegamento fare tap su E-mail;
  • Inserire l’indirizzo di posta elettronica del destinatario;
  • Scrivere il messaggio;
  • Cliccare su Condividi.

Tag di questo articolo:

DropboxGoogle MicrosoftGmailEmailMail