17 Maggio 2019

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Come bloccare le mail spam? Consigli utili per evitare di avere la casella intasata

Come bloccare le mail spam? Consigli utili per evitare di avere la casella intasata

Scritto da Vittoria Vecchio

- 5 Marzo 2018

Ecco una breve guida per sapere come bloccare le mail spam. Di seguito spiegate le mosse da fare in piccoli passi e quali accorgimenti utilizzare per limitarne la ricezione di mail spazzatura in futuro.

Ormai purtroppo siamo tutti vittime di email indesiderate, spesso di carattere pubblicitario e delle quali non ci interessa assolutamente nulla. Non sarà semplice, ma con questa guida vedremo brevemente come bloccare le mail spam che riempiono le nostre caselle di posta elettronica, e come evitare di riceverne ancora.

Purtroppo il fenomeno non può essere eliminato completamente a lungo termine, ma possiamo vedere insieme come limitare la ricezione di messaggi per noi indesiderati e nei confronti dei quali non abbiamo il minimo interesse.

Come bloccare le mail spam

Come abbiamo appena detto quindi, eliminare completamente le mail spam è quasi impossibile, ma fortunatamente ci sono alcune operazioni da poter compiere che permettono quantomeno di ridurre questo fenomeno, per evitare di intasare la nostra casella di posta elettronica.
In particolare è possibile eliminarsi dalle newsletter, creare dei filtri anti-spam e segnalare i messaggi indesiderati.

Tra le tante email indesiderate che riceviamo infatti, molte provengono da newsletter alle quali ci siamo iscritti, e da cui basta semplicemente cancellarsi.
Per fare quanto abbiamo appena detto bisogna innanzitutto accedere alla casella di posta elettronica e aprire una delle mail contenenti il messaggio della newsletter, scorrere verso il basso la pagina fino alla fine e cliccare sul link che ci indica, appunto, come effettuare la cancellazione.

Subito dopo questo passaggio, dovrebbe aprirsi una pagina internet nella quale viene confermata la cancellazione dalla newsletter, oppure nella quale troveremo le istruzioni per completare l’operazione.

Un’altra cosa che possiamo fare per provare a bloccare la ricezione di spam è creare dei filtri che consentano di ridurre il problema in questione. Alcuni di questi filtri per esempio consentono di bloccare tutti i messaggi provenienti da un provider o un mittente specifico, altri invece permettono di bloccare le email contenenti determinate parole che indichino l’appartenenza a siti potenzialmente pericolosi.

Infine poi, un altro tentativo è quello di segnalare lo spam al provider così da bloccare gli eventuali messaggi indesiderati che lo spammer vorrà inviarci in futuro.

Per fare quanto appena detto basta qualche piccolo passaggio. La cosa che bisogna fare è selezionare l’email indesiderata in questione e cliccare sull’opzione che consente, appunto, di contrassegnarla come spam (ad es. Contrassegna come posta indesiderata, Segnala come spam, e così via).

Come evitare spam in futuro

Dopo aver visto i modi a disposizione che ci consentono di bloccare, o in qualche modo limitare, la ricezione di email indesiderate, vediamo adesso cosa poter fare per evitare di riceverne altre in futuro da parte di nuovi spam che ci hanno preso di mira.

Ad esempio, quando decidiamo di creare un nuovo indirizzo di posta elettronica, ci sono dei piccoli accorgimenti da poter utilizzare per limitare la ricezione di messaggi indesiderati. Tra questi, sarebbe opportuno utilizzare un nome utente abbastanza lungo che sia composto da circa 9-10 caratteri. Questo perchè spesso gli spammer si servono di alcuni software tramite i quali ottengono le possibili combinazioni di indirizzi di posta elettronica da poter attaccare, quindi risulta ovvio che più il nostro nome utente sarà complesso, più sarà difficile per gli spammer raggiungerci.

Un altro accorgimento è quello di non distribuire il nostro indirizzo email in modo incontrollato, in quanto spesso ci si ritrova con le caselle di posta stracolme di spam subito dopo esserci iscritti ad un servizio Web o aver dato il nostro indirizzo di posta elettronica ad uno sconosciuto.

Nel caso in cui avessimo la necessità di dare il nostro indirizzo di posta elettronica per confermare la nostra identità o magari registrarci a un servizio, sarebbe opportuno servirci di caselle email temporanee.

Ad oggi infatti esistono numerosi servizi che consentono di creare indirizzi email temporanei, tra questi uno dei più famosi è Mailinator, con cui gli indizi creati vengono eliminati dopo alcune ore in modo automatico.

Altri simili sono ad esempio Tempinbox, Airmail, Guerrilla Mail e tanti altri, che offrono lo stesso servizio e consentono di avere un indirizzo email temporaneo che si elimina automaticamente dopo qualche ora.

Tag di questo articolo:

EmailBrowser PC