18 Dicembre 2017

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Chatbot: l’evoluzione dell’intelligenza artificiale

Chatbot: l'evoluzione dell'intelligenza artificiale

Scritto da Giulia Arcano

- 14 Novembre 2017

L’intelligenza artificiale di cui sono dotati i chatbot sembra esser diventata indispensabile, tanto da evolversi in una potenziale aiutante durante i processi di vendita.

Cosa hanno in comune Siri, Google Assistant e Amazon Alexa?
Sono tutti chatbot, ovvero robot dotati di intelligenza artificiale. Questi assistenti digitali sono in grado di fornire risposte adeguate a domande che coprono una grande vastità di argomenti, attingendo dal proprio database per di più online.

I chatbot però non sono necessariamente online, possono essere anche delle App o è possibile trovarli sotto forma di ologrammi.
Come un amico o un amica, i chatbot rispondono verbalmente ad ogni tipo di domanda a qualsiasi ora della giornata e in qualsiasi luogo. Il loro limite è nella semantica: non possono infatti compiere frasi complesse e applicare, ad esempio, figure retoriche.

Il divertimento però, quando si rivolgono a un chatbot determinate domande, è assicurato.

Di seguito una serie di botta e risposta tra un umano e Siri, il famoso chatbot della Apple:

  1. UMANO: “Cerca un commercialista nelle vicinanze”
    - SIRI: “Ma è vero che i commercialisti quando muoiono vanno nei paradisi fiscali?”
  2. UMANO: “Raccontami una barzelletta”
    - SIRI: “Due Iphone entrano in un bar e… ho dimenticato il finale”
  3. UMANO: “Qual è il senso della vita?”
    - SIRI: “Non posso rispondere adesso, ma se mi concedi un po’ di tempo posso scrivere una lunghissima opera teatrale dove non accade nulla”
  4. UMANO: “Raccontami una favola”
    - SIRI: “Conosco una favola sul mare che dice così: “Il marinaio spiegò le vele al vento, ma il vento non capì”.

Dotati anche di senso dell’umorismo, sembra che a questi robot non manchi proprio nulla per poter essere apprezzati dagli esseri umani, ecco perché soprattutto nella Silicon Valley, ci si sta impegnando a migliorare sempre di più questo tipo di intelligenza artificiale.

L’obiettivo è istallare un chatbot su ogni cellulare e/o dispositivo esistente, e giungere ad equiparare il numero di assistenti multimediali a quello degli abitanti della popolazione mondiale.
Per fare ciò, si stanno creando tantissime startup volte ad approfondire le ricerche e a migliorare i prodotti.

Non solo in America o in Cina, ma anche in Italia ci si sta attivando a dare origine a un intelligenza artificiale talmente avanzata da favorire i processi di vendita. Il 15 novembre a Milano ad esempio, presso la Mikamai srl, si svolgerà una serata intitolata: “Come vendere con i Chatbot”. Durante l’evento si discuterà su come sfruttare al meglio questo software e a potenziare le sue risposte.

Tag di questo articolo:

Chat SmartphoneApple

Potrebbero interessarti