13 Settembre 2020

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Barbara Taylor Harris: Artista delle penne 3D

Barbara Taylor Harris: Artista delle penne 3D

Scritto da Giulia Arcano

- 1 Dicembre 2017

Barbara Taylor Harris è l’artista delle penne 3D. Riproduce quadri cult ed è famosa in tutto il mondo.

Barbara Taylor Harris è l’artista delle penne 3D, con le quali riproduce quadri famosi e realizza originalissime sculture e altrettanti quadri.

La Harris vive a Rutland, città inglese, dove fa la maestra di scuola elementare. E’ però attiva come artista da più di 10 anni, ed è dal 2015 che vince premi e gira tutto il mondo grazie alle sue opere d’arte che realizza combinando colori ad olio, pastelli, acquarelli e acrilico con l’innovativa tecnica messa in atto con le penne 3D.

Nei suoi quadri, predilige la riproduzione di paesaggi, figure astratte e corpi nudi a cui dà molta enfasi mediante la lucentezza dei suoi colori preferiti: verde, blu, lavanda, rosa e arancione

Nella sua collezione, sono presenti molte sculture. Anche in questo caso non utilizza materiali tradizionali: la base è infatti spesso costituita da saponette di plastica colorate, che modella in base alla sua ispirazione del momento e che orna con i filamenti di plastica sciolti dalla sua penna 3D.

Dal 2016 la penna 3D è lo strumento costante con cui realizza opere d’arte.

Ogni anno la Harris cambia il tema su cui basa la sua attività artistica ispirandosi ai suoi viaggi. Il 2016 ha segnato il suo primo decennio di attività e Barbara ha voluto contrassegnare questo traguardo con l’introduzione di un nuovo strumento che definisce geniale e che ha dato alle sue opere una marcia in più: la penna 3D.

La penna con il quale dà sfogo alla sua creatività è la 3Dooler perché, come è lei stessa ad affermare:

Offre la possibilità di creare cose che non sarebbero realizzabili con nessun altro tipo di materiale, e questa è per me una grande spinta alla creatività. Posso scolpire la pietra, il gesso, ma la plastica è molto più facile da modellare. Prima di ottenere spessore e stabilità però, è indispensabile praticare costantemente questo strumento. All’inizio infatti, non è stato facile. Ho comprato la 3Dooler originariamente per realizzare sculture, ma quando ho cominciato ho subito realizzato che la plastica era troppo fragile e che i filamenti non potevano sorreggersi. Quindi ho deciso di accantonare le sculture per realizzare quadri, scoprendo che la plastica calda si attacca perfettamente a una base di acrilico. Così ho intrapreso questa nuova forma d’arte che consiste nel tracciare con la plastica fusa i lineamenti su una base di acrilico.

Al momento Barbara sta lavorando a una serie di opere d’arte chiamata Willow-Dream, tra cui è presente una scultura intitolata Balanced Fluidity.
Per visualizzare le opere di Barbara Taylor Hallys visita la sua pagina di Pinterest.

Come è composta la penna 3D

La penna 3D è uno strumento ergonomico e facile da usare. Le penne 3D basiche sono generalmente di plastica e sono composte da:

  • Nozzle (in italiano è anche detto estrusore): Una protezione intorno al pennino che eroga la plastica e che ha la funzione di proteggere le dita da eventuali scottature. Infatti il nozzle non si surriscalda ed è presente nelle penne più adatte ai bambini;
  • Bottone polifunzionale: Le penne basiche hanno solo un pulsante che permette, premendolo a secondo dalla pressione apposta, di accendere la penna, di spegnerla, di fondere i filamenti di plastica e quindi di erogarli e infine di espellere il filamento per permetterne il cambio.
  • Filamenti di plastica: spesso vengono lasciati in dotazione a chi acquista la penna in un set, altrimenti è possibile acquistarli separatamente. Sono gli stessi che vengono utilizzati dalle stampanti 3D. I filamenti di plastica possono essere di molti colori differenti, in PLA o in ASB.

Consigli utili per creare con la penna 3D

La penna 3D permette di creare di tutto, non solo soggetti astratti come fa l’artista Barbara Taylor Harris.

Sono infatti facilmente rintracciabili specialmente su internet dei modelli su cui basarsi quando si comincia ad imparare e si è ancora principianti.

Tra le creazioni più semplici da realizzare ci sono sicuramente gli occhiali.
Realizzare degli occhiali con la penna 3D è un gioco da ragazzi, anzi da bambini. Si tracciano infatti due stanghette e due cerchi vuoti, una volta fatto si assemblano i pezzi tramite la fusione e il risultato sarà una simpatica montatura per occhiali di plastica.

Più complessa da realizzare, ma sicuramente più divertente e soddisfacente, è la bicicletta. Questo piccolo oggetto richiede circa un ora di tempo per essere completato e consiste nell’assemblaggio di più pezzi che possono essere di differenti colori.

Di solito, chi comincia a usare la penna 3D, rimane incantato da questo oggetto e continua ad usarlo con entusiasmo e passione, mettendo alla prova la propria creatività. Non tutti raggiungono i livelli artistici di Barbara, ma molti si dilettano in altri tipi di creazioni. La Tour Eiffel ad esempio, è un oggetto molto realizzato e a farlo sono persone esperte che grazie alla penna 3D possono rilassarsi.

Acquistare una penna 3D non richiede una spesa elevata, inoltre specialmente su internet è possibile trovarne di tutti i tipi. Per maggiori informazioni intorno ai costi e le caratteristiche delle penna del futuro leggi questo articolo.

Tag di questo articolo:

3DAmazon