13 Maggio 2019

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Attivare Sky Go: costi e funzionamento

Attivare Sky Go: costi e funzionamento

Scritto da Ludovica Ranaldi

- 8 Marzo 2018

Come attivare Sky Go, come funziona e quali sono i costi da sostenere sono le risposte che si troveranno, cercando di togliere ogni dubbio.

Per attivare Sky Go non ci sono procedure particolari, anzi è davvero semplice, ma ecco una guida su come accedere al servizio streaming di Sky, quali sono i costi e soprattutto come funziona.

Se sei un appassionato di tv e cinema sicuramente non vorrai perdere nessun film, serie tv o programma. Chiaro è che il dono dell’obliquità finora non è stato dato a nessuno, quindi sono stati ideati dei servizi proprio per essere sempre aggiornati e non perdersi la puntata che tanto si stava aspettando.

Questi servizi, inoltre, permettono di non dover vedere per forza le pubblicità, che tanto noiosamente interrompono il programma o il film, rompendo la suspense del momento.

Tra queste c’è per l’appunto Sky, vediamo insieme le sue caratteristiche.

Come attivare Sky Go

Sky go è un servizio di streaming tv ideato e diffuso dall’azienda televisiva Sky. Ma per accedere ai contenuti messi a disposizione sulla piattaforma, è necessario prima procedere con la sua attivazione.

Ci sono tre modi: scaricare l’applicazione; tramite il sito; numero clienti. In entrambi i casi bisogna avere il personale Sky ID, ossia un account Sky. Dunque per prima cosa se non si è creato in precedenza un proprio profilo, bisogna (anche per l’app):

  • Collegarsi al sito Sky.it o all’app Sky Go;
  • Cliccare su Login, poi su Crea Sky ID;
  • Procedere con l’inserimento dei dati personali;
  • Mettere la spunta su Non sono un robot;
  • Cliccare su Continua;
  • Andare nella mail personale e aprire la mail che Sky ha inviato per completare la registrazione, quindi fare tap su Clicca qui.

A questo punto la registrazione è avvenuta con successo, quindi con Sky ID è possibile procedere con l’attivazione del servizio di streaming.

Se si vuole fare tramite il numero clienti basta chiamare il 199100400 e seguire le indicazioni dell’operatore. Bisogna tenere presente che da telefono fisso ha un costo pari a 0,15 euro/min senza scatto alla risposta, mentre per telefonate da cellulare i costi sono legati all’operatore utilizzato. Tuttavia il servizio di assistenza per i clienti è attivo tutti i giorni dalle ore 8,30 fino alle ore 22,30.

Se invece si vuole fare tramite il web, bisogna:

  • Accedere all’app o al sito facendo il login;
  • Fare tap nella sezione Fai da te;
  • Cliccare su Arricchisci abbonamento;
  • Poi cliccare su Servizi Sky;
  • Premere su Scopri;
  • A questo punto fare tap su Attiva Sky Go.

I costi di Sky Go

Abbiamo appena visto come attivare Sky Go, ma quanto costa? Per i clienti Sky c’è una buona notizia, infatti chi ha sottoscritto un abbonamento da più di un anno può beneficiare del servizio gratuitamente, senza costi di attivazione.

Per accedere al servizio bisogna prima essere clienti Sky, quindi è neccesario abbonarsi a uno dei pacchetti offerti dall’azienda. Attualmente i costi variano da un minimo di 9,00 € a un massimo di 48,90 €. Bisogna tenere conto che non è difficile trovare delle promozioni vantaggiose, infatti spesso Sky fa degli sconti.

Come funziona Sky Go

Per attivare Sky Go è bastato qualche minuto del proprio tempo, un buon investimento se si pensa che poi si potrà accedere a dei contenuti in maniera illimitata.

Come si è accennato in precedenza Sky Go è un servizio di streaming on line che permette di vedere la maggior parte dei canali presenti sulla pay tv Sky. Infatti ciò che differisce Sky Go dall’offerta tradizionale è la possibilità di guardare film e programmi su dispositivi mobili.

Bisogna fare attenzione a non usufruire del servizio con più di due dispositivi in contemporanea, perché in questo modo non funzionerà. È possibile vedere i contenuti su pc, smartphone e tablet sia su IOS, Android e Windows.

In base al dispositivo usato l’interfaccia varia leggermente, ma nessun cambiamento eccessivo che sia limitativo per l’utente. Una volta fatto l’accesso al servizio, questo si può personalizzare nel modo che più piace o in base alle esigenze. È possibile, quindi, filtrare le preferenze per categoria oppure inserire restrizioni per una visione che rientri nella dimensione privata e familiare.