Rivoluzione iPad: il prossimo modello cambierà tutto

1
193
iPad senza tasto home

Il prossimo gennaio saranno passati sette anni dalla presentazione del primo iPad, un dispositivo che ha avuto un forte impatto sul mercato. Come spesso accade, il prodotto lanciato da Apple non è stato il primo di una data categoria ma ha dato enorme impulso al mercato dei tablet, fino a quel momento poco rilevante. Da allora tante sono state le incarnazioni della tavoletta Apple, prodotto nato per occupare il segmento tra iPhone e i MacBook. In ambito tecnologico sette anni sono una vita, nel frattempo il mercato dei computer portatili ha perso colpi e gli smartphone sono aumentati di dimensioni, un ingrandimendimento che ha riguardato anche la linea iPhone. Apple ha bisogno di rinfrescare il proprio catalogo, rispetto al 2017 sono aumentati considerevolmente i competetitors, soprattutto per quanto riguarda i brand asiatici, non tornare a innovare vorrebbe dire perdere terreno e questo l’azienda non se lo può permettere. La gestione Tim Cook ha destato qualche mugugno, scarsa capacità di stupire secondo molti, nel 2017 potrebbe però arrivare una novità clamorosa. Non si tratta di una vera e propria nuova feature, bensì la sparizione di un elemento che ha contraddistinto iPad fin dagli esordi. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

iPad cambia pelle

Si parla già da diverse settimane dei prossimi iPad, dispositivi che dovrebbero proporre novità da vari punti di vista. Tanto per cominciare, le dimensioni: con l’attuale modello da 9.7 pollici che diventerebbe il nuovo iPad Mini, mentre il modello regolare avrà una diagonale ben superiore ai 9 pollici. Si lavora molto in modo da ridurre lo spessore, questo tuttavia è un impegno che Cupertino porta avanti fin dai primi tempi. Ma allora, cosa c’è di nuovo in arrivo? Una novità c’è, ed è anche clamorosa.

Per ridurre il più possibile lo spazio occupato dai componenti, l’azienda avrebbe scelto di togliere il tasto home, tratto distintivo dagli inizi. La fonte di questa indiscrezioni è MacOtakara, dunque c’è da tenerle in considerazione. Ne risulterebbe un dispositivo molto sottile, magari integrando touch ID nello schermo. Nel caso in cui i prossimi iPad dovessero dismettere il tasto fisico frontale, anche iPhone potrebbe seguire questa strada. Secondo voi, è quella giusta?

icona_facebooktwittergoogle-plus-icon Hey! Anche tu, come noi, sei un amante della tecnologia e vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime news ? Niente di più facile, seguici sui nostri social: Facebook, Twitter, Google+.icona_facebooktwittergoogle-plus-icon