31 Luglio 2021

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Apple: risolto il problema sicurezza di MacOs

Apple: risolto il problema sicurezza di MacOs

Scritto da Sarah Joyce Jona

- 30 Novembre 2017

Apple ha risolto il problema sicurezza di MacOs High Sierra, a seguito delle numerose proteste degli utenti.

Apple ha impiegato poco più di 24 ore per risolvere il problema sulla sicurezza di MacOs High Sierra.
Molti utenti in queste ore avevano segnalato su Twitter la falla sull’ultima versione del sistema operativo per i Mac.
Il problema in questione, ormai inesistente, ha fatto scattare gli utenti, proprio perché hanno sentito la loro privacy minacciata.

Il problema di sicurezza

Di fatto, questa “mancanza” di Apple (che ricordiamo, riguarda solo l’edizione 10.13.1 di MacOs e non le versioni precedenti) rendeva possibile l’accesso al dispositivo, quindi la possibilità di amministrarlo, senza richiesta di alcuna password.
Apple, per questo, si è scusata pubblicamente, dichiarando:

Siamo molto dispiaciuti per questo errore e ci scusiamo con tutti gli utenti Mac, sia per il rilascio del sistema con questa vulnerabilità sia per la preoccupazione che ha causato. I nostri clienti meritano di meglio. Stiamo facendo una verifica dei nostri processi di sviluppo per evitare che ciò accada di nuovo

Il primo a notare la falla era stato uno sviluppatore turco, che aveva notato come fosse estremamente facile entrare nel computer grazie alla totale assenza di password o parole chiave.
In poche parole, chiunque possedesse accesso fisico al computer poteva liberamente entrare nel sistema senza bisogno autenticazione e quindi poteva sottrarre ogni tipo di dato appartenente al proprietario del PC.
L’informatico Lemi Orhan Ergin, su Twitter aveva spiegato come fosse semplice entrare nei computer Mac.
Bastava infatti inserire come nome utente “root” e lasciare vuota la casella della password, in questo modo era possibile entrare nel PC e avere pieno controllo sul dispositivo.

Apple risolve il problema

Apple, con un aggiornamento ha ovviato al problema, che ormai sembra non esistere più.
L’aggiornamento è disponibile da questa mattina e scaricabile da App Store.
Apple stesso ha ammesso che il sistema di sicurezza avesse una falla, ha poi sottolineato come l’intervento fosse stato rapido ed ha, inoltre, evidenziato quanto sia importante per la società la sicurezza dei loro prodotti.

Nel comunicato ha spiegato:

Quando i nostri ingegneri della sicurezza sono venuti a conoscenza del problema martedì pomeriggio - prosegue Apple -, abbiamo immediatamente iniziato a lavorare su un aggiornamento che chiudesse la falla di sicurezza. Questa mattina, a partire dalle 8:00, l’aggiornamento è disponibile per il download e, a partire da più tardi nel corso della giornata, verrà installato automaticamente su tutti i sistemi con l’ultima versione (10.13.1) di macOS High Sierra. La sicurezza è una priorità assoluta per ogni prodotto Apple e purtroppo siamo inciampati in questa versione di macOS

Tag di questo articolo:

AppleMac macOS