12 Maggio 2019

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

App per il ciclo mestruale: come monitorare il calendario biologico

App per il ciclo mestruale: come monitorare il calendario biologico

Scritto da Ludovica Ranaldi

- 17 Febbraio 2018

Le app per il ciclo mestruale sono davvero utili per capire quando è il periodo di fertilità o anche l’andamento generale, ecco perché bisogna sapere quali sono le migliori.

App per il ciclo mestruale sono uno strumento indispensabile per la vita di una donna moderna i cui ritmi sono frenetici. Basta poco per non ricordarsi di segnare il periodo di quando si ha avuto l’ultimo ciclo oppure di dimenticarsi di prendere la pillola.

Sono piccoli gesti che però sono depositari del benessere biologico della donna. Senza considerare il monitoraggio del periodo di ovulazione per coloro che desiderano allargare la famiglia.

Fortunatamente tra la moltitudine di applicazioni ce ne sono alcune dedicate proprio alle mestruazioni femminili. Oggi ne andremo a presentare tre, le quali sembrano mettere d’accordo l’opinione pubblica. Sono utili e bisogna averle.

Clue Calendario mestruale: Traccia il tuo ciclo

In cima alla classifica delle app per il ciclo mestruale troviamo Clue, un’applicazione totalmente gratuita basata sulla scienza, ecco perché sembra essere attendibile. È dotata di un sistema intelligente per il quale a mano a mano che si inseriscono le informazioni, l’app registra i dati e poi adatta l’analisi personalizzandola sulla persona.

Clue appare come un app per il controllo del ciclo mestruale davvero completa, ecco cosa si può fare:

  • Determinare il periodo in cui cadrà il mestruo femminile;
  • Determinare quando è il periodo di fertilità;
  • Determinare la SPM, ossia la fase pre-mestruale;
  • Tracciare i rapporti sessuali, con pillola annessa;
  • Condividere con terzi il proprio profilo per permettere di monitorare l’andamento del ciclo;
  • Controllare l’andamento complessivo del ciclo.

Sembra davvero un app completa quella di Clue. La possibilità di un’applicazione su misura è geniale, reso tale dal continuo aggiornamento che il servizio adopera rispetto ai dati che vengono inseriti. L’analisi che viene proposta si può a tutti gli effetti considerare affidabile, tenendo presente però che è per sempre un dispositivo elettronico e che al corpo femminile è imprevedibile.

myPill Promemoria

Se prima abbiamo parlato di un app per il ciclo mestruale generico, ora affronteremo un’applicazione specifica per la pillola, ossia myPill. In realtà è scorretto dire che sia esclusivamente un servizio di monitoraggio per la pillola, in quanto supporta anche gli altri metodi contraccettivi: pillola, anello, cerotto.

Ma cosa fa esattamente myPill? Vediamo insieme:

  • Controllo del periodo mestruale;
  • Promemoria giornaliero, ossia una sveglia che ogni giorno dice quando prendere il contraccettivo o affini;
  • Posporre la sveglia;
  • Ricorda ogni aspetto legato al ciclo, quindi tramite un’agenda segnala visite ginecologhe; controlli annuali; archiviare ricette mediche; e via dicendo;
  • Tracciare i propri sintomi e scrivere delle annotazioni da riferire alla ginecologa o ginecologo.

Tra le app per monitorare il ciclo forse myPill è la più utile per chi sta prendendo un anticoncezionale e proprio non riesce a rispettare le cadenze. Oserei dire che si tratta di un app per smemorati o per chi ha davvero tantissime cose da fare durante la giornata e, nonostante la classica sveglia al cellulare, fa qualche errore di valutazione.

Attenzione però a non usare myPill come un contraccettivo esso stesso, perché si commette un enorme sbaglio.

Period Tracker

Tra le app per il ciclo mestruale non si può non nominare Period Tracker,una tra le applicazioni più amate tra le donne. Essenzialmente il concept è simile a Clue, infatti si tratta di un app che con le informazioni inserite al momento dell’iscrizione stima la data di inizio del prossimo ciclo.

Period Tracker permette di:

  • Prevedere quando si avrà il prossimo ciclo;
  • Monitorare l’andamento complessivo del mestruo;
  • Inserire stati d’animo e note personali;
  • Scoprire quali sono i giorni più fertili.

Insomma, tra le tre applicazioni sembra essere quella più basilare da usare. Consente con poco di tenere sotto controllo il proprio ciclo, ma anche di prendere degli appunti che possono tornare estremamente utili per capire a tutti gli effetti cosa accade al nostro corpo durante la fase mestruale.

Tag di questo articolo:

AppSocial network