27 Maggio 2017

ILoveTech - Il magazine per tutti gli amanti della tecnologia

Il tuo account Google è in pericolo: questo malware non perdona

Il tuo account Google è in pericolo: questo malware non perdona

Scritto da Redazione

- 30 Novembre 2016

Sono tante le minacce on-line per la nostra privacy e i cybercriminali ne adottano di sempre nuove per i propri scopi. Bisogna stare in guardia perché i contenuti fraudolenti sono tanti e viaggiano su vari canali. Malware, parola ricorrente, applicazioni malevole che possono rubare dati sensibili e mettere a repentaglio la nostra riservatezza. Pensate ai dati d’accesso ai servizi bancari, se non state attenti a ciò che installate sui vostri dispositivi rischiate di consentire l’accesso a persone che non si faranno scrupoli, arrecandovi un danno importante. Come fare per tutelarsi? le raccomandazioni sono sempre le stesse, state attenti alle mail che ricevete, evitate di aprire link dei quali non conoscete l’origine, installate solo applicazioni dagli store officiali. Tali misure non bastano per essere sicuri al 100%, tuttavia è un buon inizio. Purtroppo però spesso le aziende che producono i sistemi operativi non hanno adeguata cura nel pensare alla sicurezza degli utenti. Se avete un account Google, fate ben attenzione a quello che stiamo per dirvi. Ne va della vostra sicurezza.

Account Google sotto attacco

C’è una nuova minaccia a rovinare il sogno dei possessori di un account Google, ve la presentiamo e vi consigliamo la massima cautela per evitare guai. Purtroppo questo problema è figlio di una falla nel sistema operativo, una tiratina d’orecchie per l’azienda di Mountain View è proprio meritata perché sono queste le priorità che andrebbero sistemate. Più di un milione di account Google al momento è sotto attacco, c’è un malware che colpisce senza pietà.

Gooligan, questo il nome dell’applicazione malevola, infetta oltre 13 mila dispositivi al giorno. Un ritmo infernale, la rete di cybercriminali lavora senza sosta. Gooligan effettua il root dei device, entrando in possesso di numerosi dati sensibili. Si va dagli indirizzi e-mail fino ad arrivare ai token di autenticazione, dunque è possibile accedere ai servizi Google, quali Gmail e Google Drive. Android 4, Jelly Bean, Kitkat, Lollipop, questi i sistemi operativi vulnerabili, parliamo di tre quarti dei dispositivi Android.

Gli hacker, tramite questo sistema, fanno bei soldi riuscendo ad istallare contenuti non richiesti, addebitando i costi sul conto della vittima. Per il momento l’epidemia riguarda principalmente gli account Google asiatici ma si sta propagando a macchia d’olio anche dalle nostre parti.

Per effettuare una verifica circa l’integrità dell’account Google basta CLICCARE QUI.

Potrebbero interessarti